domenica 9 maggio 2010

Cambridge. In teoria.

In teoria domani a quest'ora dovrei essere in volo. In pratica non si sa. Il vulcano Eyjafjallajökul sta spargendo cenere sul MIO spazio aereo e quindi non è detto che domani si possa volare, anche se al momento il mio volo non risulta cancellato. Lo so che tutti voi, tutti e tre, state aspettando il nuovo post di invettive contro l'odiosa figura dello sceneggiatore monocratico ma dovrete aspettare il mio ritorno. Qualcun altro (ciao Skiri!) sta invece aspettando dei disegnini nuovi di pacca. Anche per quello bisognerà aspettare, sorry. Se tutto va secondo i miei piani trascorrerò i prossimi 10 giorni qua:


Sotto il ponte. Anzi sopra, meglio. Dedito finalmente ad attività consone alla mia natura di bradipo e all'innalzamento del mio tasso di colesterolo. Pare che avrò a disposizione anche un portatile (thanks, Susy!) e una connessione internet (thanks, Massimo!) e ciò mi permetterà di dare un'occhiata a questo blog di tanto in tanto e di controllare la situazione italiana in modo da dover ricorerre al citalopram all'idea del ritorno a casa. Per il momento è tutto. Riguardatevi.

5 commenti:

Skiribilla ha detto...

Grazie del pensiero, Armando :)
Posso aspettare tranquillamente mesi se so che sei lì su quel bellissimo ponte a farti i fatti tuoi in grande relax e fancazzismo totale!
Incrocio le dita e quant'altro.
A presto :)

massimo ha detto...

Ah ma non te l'avevo detto, questa era la settimana del PENTATHLON AGONISTICO a cui devi ASSOLUTAMENTE partecipare!

piuttosto preparati a lollare mentre io e susanna ci mangeremo la faccia a suon di porcodio tentando di fare punting.

Skiribilla ha detto...

E in quell'occasione, Armando, fai foto, ti prego!

Armaduk ha detto...

Ah, l'antica e nobile arte del punting! Ne ho inteso parlare nei più esclusivi circoli del Sussex. Affronterò la visione di questo cruento spettacolo armato di dagherrotipo e zampirone.

sraule ha detto...

io.
non.
farò.
punting.

è uno sport inutilmente cruento e perverso.

dixi.