giovedì 28 febbraio 2008

Fantasy, Madadh e Mantova

Non mi è mai piaciuto il fantasy. Volevo cominciare così ma sarebbe stata una grossa bugia. In realtà quando adolescevo di fantasy ne leggevo a pacchi. La passione per il genere è durata un paio d'anni e si è conclusa con "le nebbie di avalon", libro che a suo tempo avevo anche apprezzato. Dopo le nebbie di avalon ho smesso. Perchè? Boh. Semplicemente questi romanzi di supereroi medievali cominciavano ad annoiarmi. Non sopportavo più draghi e maghi e tutti gli orfanelli che alla fine si rivelavano di nobili origini.

A dirla tutta non sopporto la maggior parte di qualsiasi tipo di storie, fantasy o no, in cui i protagonisti sono nobili e potenti. E magari anche tormentati. Dico io: ma che cazzo hai da essere tormentato se sei nobile e potente? Male che ti vada ti trasferisci in qualche paradiso tropicale e i soldi di famiglia te li sputtani in sexanddrugsandrockandroll. O forse sono io a non essere abbastanza nobile e potente da capire il tormento dell'essere nobili e potenti, mah?
Ma questo è un altro discorso.

Torniamo al fantasy. Non mi piace, dicevo. Mentre continua a piacermi la mitologia classica. E mi piace anche la rivisitazione che autori capaci sanno fare di eventi e personaggi della mitologia classica. Ho adorato "american gods" e "i ragazzi di anansi". Gaiman per queste cose è un genio e, udite udite, non è l'unico che io conosca capace di trattare certi temi e cavarsela egregiamente. C'è un altro autore, italiano (incredibile ma vero), capace di giocare coi personaggi della mitologia classica e tirare fuori dei piccoli capolavori. A onore del vero gli autori sono due. Uno scrive. L'altro scrive e disegna. Perchè naturalmente sto parlando di fumetti. L'incredibile duo è composto da Tommy Destefanis e Mik Bertilorenzi. Insieme hanno creato un universo che stravolge la mitologia in un modo che non osavo immaginare contaminandola di elementi rock e punk assolutamente visionari.

Madadh è il genere di fumetto per cui impazzirebbe Terry Gilliam, tanto per intenderci. Il primo volume di quella che dovrebbe essere una serie irregolare ha il titolo di "la mia vita è Buia" (la "B" maiuscola non è un refuso) ed è diviso in quattro capitoli disegnati da quattro autori diversi: Michele Bertilorenzi, Alberto Massaggia, Francesco Trifogli e Matteo Scalera. Semplicemente bellissimo.


Il volume è uscito a Lucca lo scorso novembre e dovrebbe essere nelle fumetterie a partire da maggio. Se non vi va di aspettare potete fare un salto alla fiera di Mantova dove saranno presenti anche gli autori che potrete perseguitare con richieste di dediche e disegnini. Credetemi, ne vale la pena.
Il mio personale problema in tutto questo è che gli autori, maledetti, hanno deciso di etichettare il loro lavoro come "fantasy" e quindi non posso più sostenere con una punta di spocchia che "a me il fantasy non piace". Anzi, appena il tempo e i francesi me lo permetteranno voglio disegnare un episodio di Madadh.

A Mantova io ci sarò domenica. Naturalmente insieme a Susanna. Susanna la potete beccare in giro. Me mi potete beccare allo stand di Arcadia a realizzare disegnini del dolce Ford Ravenstock o, preferibilmente, al bar.

PS. Si, il simpatico suino che vedete in alto sotto il titolo è opera di Mik ed è uno dei personaggi di Madadh, o meglio, del prossimo volume.

14 commenti:

sraule ha detto...

Ovviamente mi associo incondizionatamente a tutto quello che hai detto.
A parte quella faccenda del bar, è chiaro: LA-VO-RA-RE! altro che bar!

Antonio ha detto...

Ma da dove rubi le immagini, eh?

hahah

mi associo su Madadh, che ho recensito anche positivamente e cui auguro tutto il bene possibile...

Joulu Pukki lo facciamo insieme, pero'...

armaduk ha detto...

@sraule: ogni tanto bisogna pure andare al bar! Se non alntro per avere il tempo di pensare.

@antonio:Ma da dove rubi le immagini, eh? E' vero! Dimenticavo che il Simpatico Suino era anche su De-Code. Ma considera che con Tommaso c'è un fitto interscambio di jpg. Nel mio Hd ho di quelle immagini del prossimo volume da far accapponare la pelle. :grin:
Joulu Pukki vuole la sua testata!

AlessandroDiVirgilio ha detto...

Qualcosa di nuovo?
Del tipo "Inferno post-mantovano"?

Oppure, potresti parlare del MIO fumetto che, naturalmente, avrai già comprato!

:p

Design270 ha detto...

Smoky santo subito, porco mondo non sapevo dell'esistenza del tuo BLOG... e sì che non è che non ci si vede mai mai. Ti ho già linkato!

Claudio Cerri ha detto...

Molto interessante il tuo blog!

armaduk ha detto...

Grazie! Sarebbe anche più interessante se avessi il tempo per fare un'altro post:((

AlessandroDiVirgilio ha detto...

Ma no, dai!
In fondo è proprio questo che lo rende interessante! :p

Antonio ha detto...

Allora? Si aggiorna o no?

lol

armaduk ha detto...

Pensavo di fare un post sulle prossime elezioni ma il totale avvilimento me l'ha inpedito...

sraule ha detto...

non dire così, armaduk, che poi ho bisogno dell'antiemetico.

AlessandroDiVirgilio ha detto...

No, per carità, lascia perdere!
I contatti crollerebbero peggio delle guancie di Mastella!

AlessandroDiVirgilio ha detto...

Vivo, sei vivo, a meno che chi scrive sul blog della tua bella non sia un misero fake...
Mi devo preoccupare?

OK. Mi preoccupo.

armaduk ha detto...

No, no, sono vivo! sono solo indietro abbestia coi tempi di consegna di tutto quello che sto facendo. A breve nuovo post.