venerdì 22 febbraio 2008

Bambini

Prendo spunto dal bravo Luca per postare anch'io l'illustrazione realizzata per "children no more".

Per quei due o tre che non lo sapessero se cliccate sull'immagine la vedrete ingrandita.

Faccio anche un copincolla, sempre dal blog di Luca, per spiegare di che si tratta:

Children no more è una mostra organizzata da Alessandro Dezi con il supporto logistico dell'Associazione Onlus "Karibu", che si occupa di missioni umanitarie nei paesi in via di sviluppo.
La mostra, dal titolo “Children no more” ha per tema la violenza sui minori, in ogni sua accezione; è prevista per la primavera del 2008, partendo dalla città di Colleferro (RM) per poi diventare itinerante in diversi paesi d'Italia nei due anni successivi.
Lo scopo è quello di reperire fondi (tramite offerta libera) per sovvenzionare i progetti umanitari, fondi che andranno interamente devoluti.
Fra gli autori che hanno già aderito:
Elena Casagrande, Barbara Fagiolo, Onze, Maurizio Ercole, Gianluca Costantini, Davide Reviati, Manuel De Carli, Paolo Bacilieri, Massimo Giacon, Mauro Cicarè, Marco Dominici, Sergio Algozzino, Alberto Corradi, Emiliano Mammucari, Arianna Rea, Niccolò Storai, Silvano, Ivan Manuppelli, Giuseppe Palumbo, Giuseppe Manunta, Mauro Cicarè, Maurizio Ribichini, Stefano Piccoli, Andrea Domestici, Paolo Di Orazio, Alberto Ponticelli, Paolo Parisi,Genea, Nicoz, MP5, Thomas Bires, Luisa Montalto, Armin Barducci, Rocco Lombardi, Antonella Platano, Simone Pieralli, Alessandro Baronciani, Stefano Misesti, Simone Lucciola, Claudio Parentela, VageenaDispenser, Remo Fuiano e altri.

That's all

3 commenti:

sraule ha detto...

Povero Kenny, è proprio il suo destino...

armaduk ha detto...

Uhm... a guardarlo bene cartman l'ho fatto che sembra aldo fabrizi da piccolo.

sraule ha detto...

Mhh... I bambini africani tirano, eh?