sabato 9 giugno 2007

V for "Voglioessercianchel'annoprossimo"

Ok, adesso che grazie alla magnanimità di Sergio ho le foto, dovrei scrivere il famoso post sull'eperienza vastese. Il punto però è che se volessi raccontare tutto nei dettagli ne verrebbe fuori un piccolo romanzo quindi, in sintesi:

Viaggio di andata: da incubo in macchina da Spezia a Vasto con fermata in stazione a parma a raccogliere Sraule che proveniva da Milano e gap spaziotemporale fra Ancona e Pescara dove c'è una specie di triangolo delle Bermude nostrano che ci ha ingoiato e risputato fuori diverse ore dopo.

Esercitazioni mattutine: All'alba del primo giorno esercitazioni nella sala congressi del residence "Rio" col sergente di ferro Kumagoro (subito ribattezzato "maestra") insieme ad altri compagni di sventura. Roba del tipo: "Disegnate una vignetta, poi la passate all'autore alla vostra destra che la ridisegna capovolta invertendo l'ordine delle parole nei balloon e poi passa il tutto all'autore che ha di fronte che aggiunge una vignetta senza balloon disegnata con la sinistra e poi passa il tutto all'autore a nord-est che disegna il finale bendato e con un piede in un secchio d'acqua mentre tutti gli altri gli tirano dei vasetti di albicocche sciroppate. E vediamo cosa ne viene fuori." Detto fatto. Per noi marines della china questa è robetta, altrochè!


Mostra: di Altan a palazzo Mattioli. Susanna e Alessandra reggono il nastro che il benemerito sindaco di Vasto taglierà con delle ottime forbici. Io distribuisco M&M's prese in autogrill il giorno prima:

Daniele apprezza il prelibato cioccolatino:


Cene: a base di ostriche e champagne e fritture di calamari pagati dal sindaco. Grazie sindaco!


Dopocena: Tutti a rifare gli esperimenti della mattinata ma in pubblico e con le telecamere. Deliziati da una simpatica musichetta industrial che tutti tranne Daw abbiamo grandemente apprezzato.


I giorni successivi sono trascorsi più o meno allo stesso modo se non con la differenza che il secondo giorno c'è stato un ammutinamento capeggiato da Susanna che ci ha fatto guadagnare una mezza giornata di libertà e ritmi un po' più umani. Inoltre abbiamo in un certo qual modo partecipato ad un autentico matrimonio vastese con alcune invitate veramente meritevoli di attenzione. Inoltre c'è stata una situazione poco chiara che riguardava noi disegnatori, la sposa ed alcune antiche tradizioni giapponesi che sono all'origine del gioco del bukkake. Sfortunatamente per voi non esiste documentazione fotografica dell'evento.
La sera del secondo e del terzo giorno ci siamo dedicati alla decorazione fumettata delle famose piastrelle con mattoni e granito incorporato. Chi le comprerà su ebay potrà portare a casa un'opera d'arte del peso di 48 chili e 300 grammi. Spese di spedizione trattabili. Nella foto potete apprezzare Algoz al lavoro. Un ringraziamento speciale va a Vinny, la vignetta dell'ammore prontamente inventata dal prode Daw, che ci ha cavato dai casini in più di un'occasione. Nota: abbiamo partorito anche dei capolavori di sceneggiatura. Se la Miramax fosse interessata possiamo metterci d'accordo.

Ah, tra l'altro, uno dei pannelli è dedicato ad un'epico scontro fra il dolce piccolo Ford Ravenstock ed il perfido Dottor Brullonulla (link qui accanto, fatevi una cultura!).
Vanno segnalati anche: compleanno di Alessandra con tanto di torta e pastarelle, una serie di cappelli acquistati presso una nota cappelleria vastese, Nino Lopez il Dj del futuro, animate discussioni fra chi odia i manga (io) e chi li ama (resto del mondo).
Molto ancora ci sarebbe da raccontare ma il mio cuore adesso è gonfio di nostalgia al ricordo delle magiche giornate di vasto vissute nell'allegria e nel calore dell'affetto dei miei amishi, quindi chiudiamo con una foto di gruppo in posa sexy e con il mio caffè:


Thats'all (e pure troppo).
Ah, dimenticavo: thanks to Algoz per le foto.

18 commenti:

danieletomasi ha detto...

eheheh... "spese di spedizione trattabili" e' stupenda !

Panda ha detto...

io conosco unapersona che se tu avessi fatto un vero bukkako con una sposina di vasto, ti avrebbe fatto un seppuru alle palle!

cmq, dopo una tanta e simile dimostrazione di affetto penso proprio di non volerti a lucca quest'autunno (la sposina di vasto sì, però!).

e ora ..tutto per te... YATTA!!!

Panda san. :)

Armaduk ha detto...

Senti, San Panda! I vastesi sono gente all'avanguardia e fanno bukaki a iosa perchè sono persone allegre e socievoli sempre pronti al sorriso ed al divertimento. Mica come noi qui o, peggio ancora, dei malvagi sanmarinesi.
E iatta lo dici a qualcun'altro , vabene?
Ma guarda un po' se uno deve fare i post e poi sentirsi dare dello iatta! Villano!

sraule ha detto...

io conosco unapersona che se tu avessi fatto un vero bukkako con una sposina di vasto, ti avrebbe fatto un seppuru alle palle!

io credo che tu stia notevolmente sottovalutando la mia disinvoltura sessuale.
ma visto che non so che cos'è un seppuru non posso dire.

Panda ha detto...

il seppuru è il suicidio rituale.. quello del coltello che va da parte a parte nella pancia, con le interiora che fuoriescono.

Nel nostro caso applicato all epalle che rotolorebbero per terra...

ma a quanto pare sembra che non ne avrà bisogno!

;)

ciuz

r.

Antonio Fuso ha detto...

Ciao Armando,

...ma che belle sorprese che si hanno gironzolando pigramente su internet...hai un blog!
Spero di vederci tanti bei disegnini...la quantità di roba tua in giro è inversamente proporzionale alla tua bravura!

Beh, intanto ti linko così passo a controllare ^___^!

gechstivens ha detto...

Leggo sull'enciclopedia alla voce Vasto: piccolo centro...

mmm... interessante ossimoro!

Armaduk ha detto...

Panda: le mie palle son use sì rotolare per terra per andare a nascondersi negli angoli più impensati della casa, ma per tutt'altri motivi che sto suppuru...

Fuso: Ciao Anto'! Che ci fai da queste parti?:) Non sapevo fossi un bloggheratore pure tu. Adesso ti linko anch'io. Poi ti passo a trovare.

gech: ma vasto è piccola fuori e grande dentro. Come la panda.

foolys ha detto...

marò, al sindaco gli fischieranno proprio le orecchie!!!!

Armaduk ha detto...

Fùlis: Penso di si. Comunque questo non mi dissuaderà dal tentare domani mattina di comprare un catamarano da mettere in conto al sindaco.

foolys ha detto...

haha, mi darò da fare anke io allora, ho sempre desiderato un campo da golf

denism ha detto...

Oila Armando!
Grazie per essere passato dal blog!
E sono contento che ti ho rasserenato sul fatto che Buffalo 66 non lo hai visto solo tu...grande Vincent Gallo!
Come vanno le cose?

Kumagoro ha detto...

Carissimo e incommensurabile (e anche un po' ineffabile), guarda che io non vi ci costringevo mica alle 16 ore filate di disegnamento. Mica è colpa mia se "qualcuno", già qui palesato, era così ligio al dovere da tornare subito dopopranzo a finire le tavole della mattina, continuando fino a notte tarda, e trascinandosi dietro tutti gli altri in virtù del suo superiore carisma!

Comunque, il mio ruolo di maestra (che è pur sempre meglio di maestrina, il mio lato femminile se ne compiace) mi obbliga a puntualizzare che il suicidio rituale giapponese sarebbe il "seppuku", altrimenti detto "hara-kiri" (con termine meno formale).

Vediamoci in Levante, dai, ti porto il cd con la colonna sonora industrial di Vasto, così puoi usarlo come accompagnamento mentre disegni.

sraule ha detto...

il cd con la colonna sonora industrial di vasto LO VOGLIAMO!

(un po' come un seppuku ai coglioni, via, che si è detto che è divertente!)

Armaduk ha detto...

AW! AAAAAWW! IL CD NO!!
Vediamoci in Levante ma senza CD! Sto già soffrendo abbastanza con l'ultimo album di MM* che Sraule mi costringe ad ascoltare a palla eche mi fa l'effetto di carta vetrata nelle zone basse.

PANDA! Kumagoroespertoinmateria dice che non si tratta di seppuro nè di suppurazioni bensì di SEPPUKU! Adesso fà pubblica ammenda! Tsk!


*Marylin Manson, non Martin Mystere, testine!

Kumagoro ha detto...

In effetti, il CD potrebbe essere deludente, dopo aver assistito a tali e tante performance live.

Non so se essere esperto di suicidi sia una cosa positiva. Forse significa che sono immortale.

Armaduk ha detto...

Beh, quando dicevo espertoinmateria intendevo esperto di robe giapponipponiche, non di suicidi...

sraule ha detto...

basta parlare male di marilyn, che come tutti sanno è un GRANDE ARTISTA. non come voi. ecco.

(seguirà un post in cui si commentano le 10 tracce identiche del nuovo album e l'unica traccia diversa - particolarmente malnata)